Stampa

Impianto di potabilizzazione Santa Maria a Mantignano

Data pubblicazione: 20.05.2010
Data aggiornamento: 19.07.2010

Impianto di potabilizzazione Santa Maria a Mantignano

L'impianto, destinato al trattamento dell'acqua del fiume Arno, è progettato per produrre 800 l/s di acqua potabile. L'acqua grezza viene prelevata 6800 m a monte dell'impianto, in prossimità della Pescaia di S.Rosa, prima dei principali scarichi fognari. La presa e protetta da una bandiera mobile per sostanze flottanti (es.olii) e da una griglia per trattenere i solidi grossolani.

Il sollevamento avviene mediante 2 pompe sommerse con portata di 800 l/s cad. – potenza 205 kw. Le fasi del trattamento di potabilizzazione sono:

  • pre-clorazione con biossido di cloro
  • decantazione nei 2 decantatori Accelator - diametro 25 m – capacità 2000 m3
  • filtrazione: 6 filtri a sabbia quarzifera – superficie filtrante 545 m2 – altezza letto di sabbia 1 m – velocità 5 m/h
  • ozonazione: 2 ozonizzatori con produzione di 9 Kg/h di O3 – dosaggio 3g/mq per una portata di 2700 mq/h
  • filtrazione con 18 filtri a carbone attivo granulare(GAC)
  • post-clorazione con biossido di cloro (tempo di contatto 1h)

Dopo la disinfezione finale con biossido di cloro, l'acqua viene immessa in rete per mezzo di tre pompe di sollevamento installate nella centrale di spinta.