Stampa

Impianto di presa Cavalciotto

Data pubblicazione: 20.05.2010
Data aggiornamento: 20.07.2010

Realizzato nel secolo XI l'edificio del Cavalciotto a S. Lucia è una componente fondamentale del complesso sistema idrico pratese, basato su canalizzazioni d'acqua chiamate gore. Attraverso di esse, infatti, si realizzò un sistema idrico continuo di straordinaria importanza per l'uso civile ma anche, e soprattutto, industriale, un vero e proprio sistema arterioso che si ramifica sull'intero territorio cittadino. In questo panorama si inserisce appunto l'edificio del Cavalciotto la cui funzione principale era quella di deviare il naturale corso del Bisenzio per dare vita al cosiddetto Gorone, la prima e più grande gora di Prato. Dove inizia la derivazione, inoltre, nascerà alla fine dell'Ottocento la pescaia di S. Lucia. E' legittimo quindi catalogare l'edificio del Cavalciotto come uno degli elementi di architettura industriale più pregiati di Prato. La necessità di porre rimedio al crollo di una parte della copertura, avvenuta nel dicembre 2000, è stata l'occasione per un intervento di restauro, realizzato dall'Arch. Massimo Dommi, ed è avvenuto nel pieno rispetto storico e artistico dell'immobile. Un intervento il più possibile conservativo che ha riguardato il tetto, gli infissi ed i due portoni. Del tutto nuovo, ovviamente, è stato invece il progetto per un nuovo sistema d'illuminazione e l'impianto elettrico.