Guasti e perdite

-

800 314 314

Info pratiche

-

800 238 238

Chiudi
Istituzionali
30 Marzo 2017

Oltre 20 Milioni di euro per la Val di Bisenzio

Publiacqua ed i Comuni di Vaiano, Cantagallo e Vernio hanno fatto il punto sul complesso di interventi in corso ed in programma sul sistema acquedottistico della Val di Bisenzio.

Investimenti mirati a raggiungere tre obbiettivi principali: il miglioramento delle infrastrutture esistenti, rendere più efficiente l’approvvigionamento idrico, migliorare fognatura e depurazione sull’area.
Presenti all’incontro con la stampa Primo Bosi, Sindaco del Comune di Vaiano e Presidente della Giunta dell’Unione dei Comuni della Val di Bisenzio, Guglielmo Bongiorno, Sindaco del Comune di Cantagallo, Giovanni Morganti, Sindaco del Comune di Vernio,  Simone Barni, Vicepresidente di Publiacqua, ed i tecnici dell’azienda.

Interventi per oltre venti milioni di euro nel periodo 2016-2021. Lavori non virtuali ma operativi sul campo, come i 2,6 milioni di euro (dei quali 900 mila euro di interventi già ultimati nel 2016 e 150 mila euro in corso di realizzazione) per la sostituzione e manutenzione di  reti acquedottistiche e fognarie, e che miglioreranno il sistema fognario e depurativo di un’area più ampia della sola vallata, con infrastrutture previste anche sulla città di Prato, come quelle previste nel cosiddetto Accordo Tessile. Una nota particolare la meritano gli interventi relativi alla installazione dei misuratori di portata su serbatoio e reti finalizzati a portare anche in vallata il progetto di distrettualizzazione delle reti acquedottistiche già realizzato su nuclei urbani importanti come Prato e Pistoia. Distrettualizzazione che, lo ricordiamo, rappresenta un intervento strategico finalizzato a gestire con maggiore efficienza i sistemi acquedottistici, garantendo la giusta pressione di rete su ogni singolo distretto e consentendo una reattività maggiore su individuazione e riparazione delle perdite, soprattutto quelle occulte che sono poi quelle che per loro natura provocano i maggiori danni e la maggiore dispersione di risorsa.


Soddisfatto Simone Barni, vicepresidente di Publiacqua:
“Il lavoro che stiamo facendo sulla Val di Bisenzio è importante e, negli anni, ha aggredito tutti i problemi principali inerenti il servizio idrico. Investimenti su reti e impianti di sistemi acquedottistici e su infrastrutture fognarie complesse come quelle della vallata non sono banali ma sono fondamentali per garantire ai tre comuni un approvvigionamento continuo e di qualità anche nelle stagioni più siccitose. A questo si aggiunge un lavoro di razionalizzazione e di miglioramento delle infrastrutture deputate alla depurazione che punta a portare anche su questo fronte la qualità del servizio a livelli europei”.

SISTEMI ACQUEDOTTISTICI SEMPRE PIU’ EFFICIENTI
Primo obbiettivo degli investimenti sul territorio dei tre comuni è quello di  rendere ancora più efficiente l’approvvigionamento idrico. In questo senso sono strategiche le risorse previste per la realizzazione di nuove opere ma anche per la manutenzione delle infrastrutture esistenti.
Nel periodo 2016-2021 sugli acquedotti dei tre comuni sono programmati interventi importanti come i nuovi serbatoio di Santo Stefano e Cantagallo (130 mila euro) ed il collegamento idrico Brasimone-Montepiano-Vernio (500 mila euro). Oltre a questi, però, sono previsti interventi importanti di manutenzione ed efficientamento degli impianti della vallata. Interventi che ammonteranno nel solo 2017-2018 a circa 750 mila euro tra cui ad esempio la ristrutturazione delle Sorgenti Il Fico e la manutenzione del potabilizzatore di Carmignanello e dei pozzi Fabbro e Cavallaie (Cantagallo), la manutenzione e adeguamento degli impianti de La Briglia, Bruceto e booster di Schignano (Vaiano), la manutezione del potabilizzatore Mezzana e dei serbatoi Costozze, Celle, Ciorniolo (Vernio).  ma anche è quello di portare a termine la distrettualizzazione.
A tutto quanto detto sopra si aggiungono gli interventi di sostituzione delle reti idriche dei tre comuni di cui si è detto prima.


RAZIONALIZZAZIONE E RINNOVO FOGNATURA E DEPURAZIONE
Razionalizzazione è la parola d’ordine a cui Publiacqua si attiene su tutto il territorio gestito per la riqualificazione ed efficientamento dei sistemi fognari e di depurazione. In questo senso un ruolo importante lo hanno le opere previste dal cosiddetto Accordo Tessile che prevede investimenti per circa 7.6 milioni di euro finalizzati nel 2016-2021 a tre grandi fronti: 1) risanamento fognario Vaiano – Prato; 2) Nuova Fognatura Viale Galilei – Prato; 3) Dismissione Depuratore Il Fabbro e collegamento al Depuratore Gabolana (Vaiano). Per le prime due opere è concluso il progetto preliminare che è invece in corso per la terza.  
A queste opere sono da aggiungere ovviamente i lavori di sostituzione delle reti fognarie di cui si è già parlato in precedenza.