Stampa

Vivi in condominio

Data pubblicazione: 27.03.2014
Data aggiornamento: 24.09.2015

Nella maggior parte dei condomini i singoli appartamenti non hanno un contratto diretto con Publiacqua e il contatore che misura i consumi dei singoli immobili, posato sul vano scale o all’interno degli stessi, non è di proprietà di Publiacqua.

In questi casi Publiacqua gestisce la fornitura con un unico contatore, quello condominiale, che distribuisce acqua a più unità immobiliari, a volte con diverse destinazioni d’uso (domestiche e produttive). Il titolare del contratto è il rappresentante legale del condominio, di norma l’Amministratore, o comunque il delegato del condominio stesso.

Ripartire il consumo generale in consumi individuali
Per agevolare la gestione dei condomini, Publiacqua ha creato un sistema di calcolo  semplice. Inserendo i dati di lettura dei singoli contatori presenti nel condominio, il sistema calcola automaticamente il costo del servizio per le singole unità immobiliari, ripartendo così la bolletta generale. Il sistema inoltre permette di stampare una bolletta intestata alle singole utenze.

L’utilizzo del sistema è gratuito.

E’ solo necessario essere registrati come Amministratore o delegato dal Condominio nelle banche dati di Publiacqua (modulo Modalità ripartizione consumi NB. per l'invio di questo modulo deve essere utilizzato l'indirizzo dedicato utenzeraggruppate@publiacqua.it). 

Il ruolo dell’Amministratore
La gestione dei condomini è stata, nella generalità dei casi, affidata a ditte terze, che effettuano la lettura dei singoli contatori e il riparto del consumo totale tra i presenti nel condominio, incassano le somme dei consumi individuali e versano al gestore il totale della bolletta condominiale.

Il lavoro svolto da queste ditte non può sostituire però il ruolo dell'Amministratore che rimane fondamentale per una corretta gestione dell'utenza idrica nel Condominio (si pensi ad esempio alla richiesta di riconoscimento di una perdita occulta oppure alle azioni che l'Amministratore puà fare per agire nei confronti di eventuali morosi). 

E’ importante quindi che Publiacqua conosca l’Amministratore del condominio perché può comunicare con lui direttamente per gestire tutte le problematiche tipiche della fornitura (morosità, perdite occulte, agevolazioni tariffarie, rateizzazioni, ecc…).

Verifica quindi che il tuo amministratore abbia comunicato a Publiacqua i suoi estremi o comunicali direttamente tu scrivendo a Publiacqua. Per poter aggiornare la banca dati ricordati di scriverci l'indirizzo esatto e il codice utente di Publiacqua, quello che trovi nella nostra bolletta. Chiedilo al tuo amministratore. Attenzione il codice utenti non corrisponde al codice che trovi sulla bolletta inviata dalla ditta che effettua il riparto della bolletta condominiale: quello individua la tua posizione contrattuale con la ditta stessa.

Informazioni utili

  • la scelta della modalità con cui gestire il riparto del consumo generale tra i singoli condòmini è propria dell’assemblea del condominio che può decidere tra diverse possibilità (affidare il servizio di riparto e incasso all’amministratore/delegato del condominio o a ditta esterna);
  • non è quindi Publiacqua che affida tale servizio a ditte terze;
  • l’Amministratore ha, tra i propri compiti, anche quello di gestire l’utenza condominiale al pari delle altre utenze del condominio (luce, gas, pulizia scale, manutenzione ascensore, ecc…).

Per ulteriori informazioni scarica il Regolamento apposito.

Singolarizzare l’utenza
E’ possibile diventare utenti diretti di Publiacqua. In questo modo al singolo utente arriva la bolletta direttamente da Publiacqua mentre all’Amministratore rimarrà l’obbilgo di gestire il contatore generale (che dovrà solamente registrare eventuali perdite tra il confine di prorietà pubblica/privata e i singoli immobili, oppure cannelle condominiali, quali quelle per la pulizia di garage o piazzali, l'innaffiamento del giardino…).

Per diventare utenti singoli è necessario:
1)    delibera dell’assemblea condominiale;
2)    effettuare una verifica dell’impianto interno per vedere che sussistano le condizioni alla singolarizzazione.
Per ulteriori informazioni puoi leggere il Regolamento (scarica il Regolamento) oppure telefonare al 800.238.238 o scaricare i moduli di richiesta (scarica modulo).