News

Stampa

Inaugurati due nuovi fontanelli a Pistoia (Bonelle e Bottegone)

Data pubblicazione: 02.05.2012
Data aggiornamento: 02.05.2012
02.05.2012

Diventano cinque i fontanelli di ultima generazione H2O GAS nel Comune di Pistoia. Stamattina, infatti, il sindaco di Pistoia Renzo Berti, il vicesindaco ed assessore all’Ambiente Mario Tuci, e il presidente di Publiacqua Erasmo D’Angelis, hanno inaugurato i fontanelli di via Giuseppe di Vittorio (Bottegone) e via Pisa (Bonelle). Due nuovi fontanelli che vanno ad aggiungersi ai tre già attivi da anni in S. Agostino (inaugurato nel 2009, il primo con acqua gassata in Europa), via Pordoi e Piazza Monte Oliveto che in questi anni hanno riscosso un grande successo con oltre 1,3 milioni di acqua erogati nel 2011 ed oltre 840mila litri già distribuiti nei primi tre mesi del 2012. Come detto i due nuovi fontanelli di Pistoia vanno a servire due zone densamente abitate come quelle di Bottegone e Bonelle e  proseguono quella campagna di promozione dell’acqua pubblica del rubinetto che Publiacqua ha avviato da anni e che sta riscuotendo un successo straordinario in tutti i territori delle province di Firenze, Prato e Pistoia e del Valdarno aretino, con grande richiesta da parte dei cittadini e consumi record con una media di erogazione di oltre 100mila litri d’acqua al mese, di cui il 70% frizzanti. “Siamo particolarmente felici dell'apertura di due nuovi fontanelli in questo Comune – commenta Erasmo D’Angelis - perché Pistoia ha il record di prima città italiana ed europea ad aver inaugurato il nuovo servizio dei Fontanelli anche con acqua frizzante ormai nel dicembre 2009. Se è aumentato il consumo dell'acqua dell'acquedotto e se sono diminuiti i pregiudizi assurdi contro l'acqua del rubinetto è grazie anche ai milioni di litri erogati dai tre impianti già presenti a Pistoia, un boom che ci conforta sull’apprezzamento generale per questa iniziativa. Continuiamo così la nostra campagna per l'“acqua del sindaco”, lanciando messaggi importanti e positivi a favore dell'acqua pubblica, della riduzione di rifiuti e inquinamento, della riduzione della spesa delle famiglie in una regione come la Toscana dove oggi siamo ancora paradossalmente al top in Europa per consumi di acqua imbottigliata (ogni famiglia spende in media 270 euro per le minerali e 240 euro per la bolletta dell'acquedotto)”.
Con quelli inaugurati oggi salgono a 37 i fontanelli attualmente in funzione nel territorio di Publiacqua, di cui 12 a Firenze, 5 a Pistoia, 3 a Tavarnelle Val di Pesa, 3 a Bagno a Ripoli, 2 a Lastra a Signa, Campi Bisenzio e Impruneta, 1 a Montevarchi, Montemurlo, Calenzano, Quarrata, Agliana, Prato, Signa e Sesto Fiorentino. Grazie anche ai nuovi stili di vita e ad un azzeccato restyling il Fontanello sta facendo riscoprire ai cittadini le fontane pubbliche e sta riscuotendo un successo sempre più grande in diverse zone delle città e dei paesi, parchi, piazze e persino davanti a un grande supermercato Coop a Firenze. Complessivamente, al 31 dicembre 2011, i 28 fontanelli fino ad allora installati hanno erogato nel nei dodici mesi precedenti oltre 17,5 milioni di litri di acqua e nei primi tre mesi del 2012 l’erogato è già salito a circa 5,5 milioni di litri. I fontanelli favoriscono un passaggio culturale cancellando l’errata percezione negativa dell'acqua pubblica, che in realtà è più genuina e sicura grazie ad un ottimo acquedotto come l'Anconella. Publiacqua studia e cura l’installazione e la gestione, garantisce qualità e sicurezza attraverso controlli e analisi costanti e invita tutti a visitare il suo sito www.acquadelrubinetto.it (il primo portale in Italia a promuovere l’acqua del rubinetto) inviando pareri, domande, foto e scoprendo quanto si può risparmiare con l’“acqua del sindaco” paragonandola alla spesa per le più reclamizzate acque imbottigliate.