Qualita

Stampa

Firenze

Data pubblicazione: 20.05.2010
Data aggiornamento: 22.11.2012

L’approvvigionamento idrico nel comune di Firenze è assicurato per circa il 90% dall’impianto dell’Anconella, che rende potabile l’acqua del fiume Arno mediante processi di trattamento tecnologicamente complessi che comprendono le fasi di chiarificazione, filtrazione su sabbia e su carbone attivo granulare, disinfezione con ozono e con biossido di cloro; anche l’impianto di Mantignano tratta l’acqua dell’Arno e serve il rimanente 10% circa del territorio comunale in zona nord – ovest. La portata del fiume è regolata dall’invaso di Bilancino, il quale garantisce acqua sufficiente al prelievo idropotabile, nel rispetto dell’ecosistema fluviale. Una parte delle abitazioni di Cercina è alimentata da acqua delle omonime locali sorgenti ed, in località San Donnino, una parte delle utenze è servita da pozzi locali.

Analisi Chimico-Fisica, Chimica e Microbiologica

Comune : Firenze

Provenienza impianto/i di capoluogo

Parametri generali Unità di misura Valori medi Limite di legge Nota
Concentrazione ioni idrogeno (pH) Unità pH 7,6 >6,5<9,5   
Conducibilità elettrica µS/cm 495 2500   
Alcalinità mg/l HCO3- 199 -   
Residuo fisso a 180°C mg/l 355 1500 Vedi nota 1
Durezza totale °F 20 15-50 Vedi nota 2
Concentrazione ioni disciolti
Calcio mg/l Ca2+ 63 -   
Magnesio mg/l Mg2+ 11 -   
Sodio mg/l Na+ 26 200   
Potassio mg/l K+ 3 -   
Nitrati mg/l NO3- 4 50   
Nitriti mg/l NO2- Assente 0,10   
Ammonio mg/l NH4+ Assente 0,50   
Cloruri mg/l CI- 39 250   
Fluoruri mg/l F- <0,1 1,50   
Solfati mg/l SO42- 50 250   
Cloro residuo mg/l CI2 - - Vedi nota 3
Microbiologicamente sicura Vedi nota 4
Note:
*Per alcuni piccoli acquedotti i parametri possono riferirsi al periodo precedente.

'Assente' deve essere inteso come valore inferiore al limite di rilevabilità del metodo.
1 - valore massimo consigliato
2 - valori consigliati, il limite inferiore vale per le acque sottoposte ad addolcimento
3 - il cloro residuo è indice della presenza di disinfettante necessario per mantenere la sicurezza nella distribuzione, valore consigliato 0,2 mg/l

Il limite non è previsto in normativa ai parametri Alcalinità, Calcio, Magnesio, Potassio

Per la valutazione della qualità microbiologica vengono ricercati in routine alcuni microrganismi definiti indicatori, Escherichia coli, enterococchi, batteri coliformi, conteggio delle colonie a 22°C, oltre ad altri parametri accessori ricercati per controllo di verifica.
L'assenza di tali microrganismi fa ritenere l'acqua sicura per il consumo umano.