Stampa

Agevolazioni e rateizzazioni

Data pubblicazione: 27.03.2014
Data aggiornamento: 17.05.2017

L’Autorità Idrica Toscana ha reso pubblico il nuovo Regolamento regionale per l’attuazione di agevolazioni tariffarie a carattere sociale per il SII (Servizio Idrico Integrato). Un regolamento che muta radicalmente le modalità di assegnazione ed erogazione delle agevolazioni a famiglie in difficoltà economica del nostro territorio.   
In base a quanto stabilito dal nuovo Regolamento, infatti, sono i Comuni i soggetti competenti e preposti all’individuazione gli aventi diritto alle agevolazioni.
Sono attualmente in corso incontri organizzati dall’Autorità Idrica Toscana con le 46 amministrazioni comunali del territorio gestito da Publiacqua. Al termine di questi incontri i Comuni provvederanno quindi a pubblicare un apposito bando per i propri cittadini attraverso il quale saranno erogate le Agevolazioni Tariffarie 2016.
Invitiamo quindi i cittadini che fossero interessati ad usufruire di dette agevolazioni ad attendere la pubblicazione del bando del proprio Comune che conterrà anche le specifiche su documentazione e requisiti necessari  da presentare.

Dal 20 luglio al via il Bando per le Agevolazioni Tariffarie 2016 nei Comuni di Bagno a Ripoli, Impruneta, Barberino Val D’Elsa, Tavarnelle Val di Pesa, San Casciano Val di Pesa, Greve in Chianti, Pontassieve, Pelago, Rufina, Londa, San Godenzo, Reggello, Figline e Incisa Valdarno e Rignano Sull'Arno

Dal 16 agosto al via il Bando per le Agevolazioni Tariffarie 2016 nel Comune di Montevarchi

Dal 22 agosto al via il Bando per le Agevolazioni Tariffarie 2016 nei Comuni di Barberino di Mugello, Borgo San Lorenzo, Dicomano, Scarperia e San Piero, Vicchio, Sesto Fiorentino

Dall'8 agosto al via il Bando per le Agevolazioni Tariffarie 2016 nei Comuni di Calenzano, Campi Bisenzio, Fiesole, Lastra a Signa,  Sesto Fiorentino, Scandicci, Signa, Vaglia

 

L’AEEGSI (Autorità per l’Energia Elettrica il Gas e il Sistema Idrico) ha varato misure a favore dei cittadini colpiti dagli eventi sismici che dal 24 agosto 2016 hanno colpito il Centro Italia.  Lo ha fatto attraverso la deliberazione 252/2017 ed è un provvedimento che vale per tutti quei cittadini la cui abitazione sia stata resa inagibile dal terremoto. Tali agevolazioni sono automatiche per le utenze già esistenti nei comuni colpiti e per le strutture abitative d’emergenza  mentre devono essere richieste da coloro che hanno avuto la casa inagibile ed è stato costretto quindi a trasferirsi in altre località e comuni su tutto il territorio nazionale.
Le agevolazioni fissate dall’Autorità sono valide a partire dalla data degli eventi sismici e prevedono che alle utenze del servizio idrico non vengano applicati i corrispettivi tariffari per acquedotto, fognatura, depurazione e le componenti tariffarie UI di perequazione. Oltre a ciò alla ripresa della fatturazione gli importi relativi ad eventuali consumi dovranno essere rateizzati per un periodo minimo di 24 mesi, senza interessi. Infine vengono eliminati i costi per nuove attivazioni, disattivazioni e/o volture.
 

Per maggiori le info è possibile consultare la Delibera 252/2017 e la sintesi allegate di seguito