Guasti e perdite

-

800 314 314

Info pratiche

-

800 238 238

Chiudi
Istituzionali
21 Marzo 2019

9 Milioni di euro per Lastra a Signa

Comune di Lastra a Signa e Publiacqua hanno fatto il punto sul sistema acquedottistico cittadino, sugli investimenti effettuati negli anni scorsi e su quelli previsti. Un impegno importante da parte del gestore che, in coordinamento ed accordo con l’Amministrazione Comunale, ha realizzato ed ha in programma da oggi al 2024 opere per oltre 9 milioni di euro per rinnovare il sistema idrico integrato di Lastra a Signa. Opere utili a mettere in sicurezza l’approvvigionamento idrico della cittadinanza anche nelle estati più siccitose ed a rendere efficiente ed in linea con le disposizioni europee il sistema fognario e di collettamento a depurazione dei reflui.

 

Presenti in Sala Giunta Angela Bagni, Sindaco del Comune di Lastra a Signa, Leonardo Cappellini, Vicesindaco e Assessore ai Laori Pubblici del Comune di Lastra a Signa, Simone Barni, vicepresidente di Publiacqua, Carolina Massei, membro del CdA di  Publiacqua, ed i tecnici dell’azienda.


Per illustrare al meglio i lavori oggi presentati, nelle prossime settimane, l'Amministrazione Comunale organizzerà due assemblee pubbliche, una a Malmantile ed una nel Capoluogo.

I CANTIERI FUTURI: INVESTIAMO SULL’AMBIENTE
Per migliorare ulteriormente il servizio idrico sul territorio del Comune tra il 2019 ed il 2024 saranno operativi lavori strategici che trasformeranno il sistema acquedottistico cittadino.
Tre gli interventi milionari con un tratto unico che li unisce e che ha il colore verde del rispetto e della tutela ambientale. Sono previsti infatti un intervento di adeguamento dell’Impianto di Depurazione di Ginestra Fiorentina (2 milioni di euro), la sistemazione e rinnovo della rete fognaria del capoluogo (oltre 2,2 milioni di euro) ed il collettamento degli scarichi di una frazione importante del comune come quella di Malmantile al già citato Depuratore di Ginestra.
Sempre per quanto riguarda la fognatura sono inoltre previsti interventi su via Vecchia Pisana e via del Piano.
Investimenti importanti sono però previsti anche sul fronte acquedotto con la sostituzione in corso della rete idrica di via I Maggio, via Turati e limitrofe.


LE OPERE REALIZZATE
Acquedotto e fognatura di Lastra a Signa sono state oggetto anche negli anni passati di interventi importanti e strategici.
Si sono conclusi da poco gli interventi di sostituzione di parte della rete idrica di via Livornese e di quella fognaria di via De Amicis. A questi interventi recenti, si aggiungono altre opere realizzate dal 2014 ad oggi e che hanno migliorato complessivamente il servizio idrico integrato sul territorio del Comune. Tra queste possiamo citare il potenziamento della rete acquedottistica di via dei Carcheri (130 mila euro), il rinnovo di quella di via della Guerrina (70 mila euro), il collegamento del booster di San Colombano con la rete di Lastra a Signa (120 mila euro) e la sostituzione del tratto di tubazione di spinta in uscita dal booster di via Gramsci (fondamentale per far arrivare sul territorio comunale l’acqua prodotta dall’Impianto di Mantignano).
A questi si possono aggiungere i lavori di rinnovo della Centrale di Potabilizzazione di Carcheri, della Centrale di Calcinaia e della Centrale Mezzetta.                                                                          


LE DICHIARAZIONI
Angela Bagni (Sindaco di Lastra a Signa):
“Sono interventi importanti per la realizzazione dei quali è stata fondamentale la collaborazione e la sinergia fra Comune e Publiacqua. Una progettazione che andrà a sanare quelle zone del territorio che ancora presentano scarichi a dispersione e a rinnovare notevolmente il sistema di acquedotti della città, con un grande miglioramento sull’impatto ambientale, grazie anche a un sostanzioso investimento dell’azienda”.

Simone Barni (Vicepresidente di Publiacqua):
“Gli interventi già realizzati e quelli che andremo a realizzare nei prossimi anni hanno un impatto ambientale positivo per il Comune di Lastra a Signa. Nove milioni di euro che dimostrano come il sistema idrico integrato nella Toscana centrale funziona bene anche perché segue un concetto solidaristico in cui anche i Comuni più piccoli possono realizzare investimenti importanti e probabilmente non alla portata delle casse comunali grazie al contributo di tutto il territorio. Ne è un ulteriore conferma il fatto poi che nel nostro territorio si investe più del doppio rispetto ad altre aree del paese e questo ci consente di far fronte al meglio alle sfide ambientali, attraverso le energie economiche profuse sul fronte della depurazione, ed ai cambiamenti climatici, con tante risorse investite sugli acquedotti per far fronte alle estati più siccitose, come si annuncia anche quella che abbiamo di fronte”.  

Carolina Massei (Consigliere d’Amministrazione di Publiacqua):
“Quello che presentiamo oggi è possibile anche grazie alla grande sensibilità dei nostri Sindaci, e tra loro la Sindaca di Lastra a Signa, per i temi ambientali e per le necessità del sistema acquedottistico. Una sensibilità di cui li ringraziamo perché ci aiuta a lavorare meglio ed in sinergia andando a realizzare opere utili per i cittadini”.