Guasti e perdite

-

800 314 314

Info pratiche

-

800 238 238

Chiudi
Istituzionali
01 Dicembre 2017

Incontro fattivo tra Publiacqua, Comune di Quarrata e Legambiente

Il Comune di Quarrata ha invitato martedì Publiacqua e Legambiente per un confronto sulle tematiche più importanti inerenti il servizio idrico integrato sul territorio. Un incontro chiesto dalla stessa associazione ambientalista ed accettato volentieri sia dall’amministrazione comunale che da Publiacqua nell’ottica di un rapporto dialettico e trasparente che risulti poi utile a tutti i soggetti per individuare ed affrontare efficacemente le problematiche ancora presenti sul territorio.
All’incontro erano presenti, tra gli altri, oltre a Gabriele Romiti, vicesindaco, Daniele Manetti, Presidente di Legambiente Quarrata, Lisa Lazzi, Franca Caramelli e Rossana Tuci, sempre di  Legambiente Quarrata, Matteo Colombi, responsabile Relazioni Esterne di Publiacqua,  Francesco Criscione, Responsabile degli investimenti di Publiacqua, Massimo Nebbiai e Armando Miniati, rispettivamente responsabile Reti e Impianti dello stesso gestore.
Quattro i principali temi sul tavolo della riunione: 1) i lavori di sostituzione della tubazione di adduzione di via 4 novembre, il cosiddetto tubone che collega Quarrata ad Agliana e quindi all’Autostrada dell’Acqua; 2) l’estensione della rete del pubblico acquedotto a vie e zone del Comune ancora non collegate; 3) una collaborazione tra i tre soggetti al tavolo per quanto riguarda il bacino di Falchereto; 4) gli investimenti previsti da Publiacqua per la manutenzione e sostituzione delle reti acquedottistiche del Comune di Quarrata.
Sul primo punto i tecnici Publiacqua hanno illustrato all’Amministrazione Comunale  ed a Legambiente il programma di uno degli interventi di sostituzione rete più attesi dai cittadini e più importanti sul territorio dell’intera Piana. Il lavoro è stato diviso in tre lotti e per il primo, che riguarderà un tratto di tubazione di circa 800 metri (da Ponte dei Baldi al Cimitero di Vignole). Publiacqua, risolte le problematiche autorizzative che hanno ritardato l’avvio dei lavori, si è impegnata ad avviare i lavori entro l’estate 2018. In contemporanea con l’avvio del primo lotto sarà iniziata la progettazione del secondo lotto (tratto di tubazione da Olmi verso il capoluogo) e poi del terzo (da Ponte dei Baldi a San Piero e che si svolgerà in parte sul territorio del Comune di Agliana). Operativamente, il lavoro prevede la posa di una nuova tubazione in ghisa DN 250 (25 centimetri di diametro) per circa 500 mila euro di lavori.
Il secondo punto all’attenzione degli intervenuti all’incontro riguardava invece il nodo delle estensioni dell’acquedotto alle zone ancora non servite. Un tema che riguarda tanti Comuni del territorio gestito da Publiacqua, e che a Quarrata si concentra su alcune situazioni particolari. Amministrazione Comunale, Publiacqua e la stessa Legambiente, ognuno per le proprie competenze, hanno stabilito di collaborare per verificare la fattibilità delle diverse situazioni individuate e cioè via Nuova (zona Casini), via Passaiole (zona Pontassio), via Podere delle Lucciuole e via Case Gori.
Per il bacino di Falchereto, invece, Legambiente ha richiesto di poter avere un ruolo sulla gestione degli spazi prospicenti lo specchio d’acqua in modo da poterlo utilizzare anche a fini didattici e di visita e manutenerlo. Una richiesta che ha incontrato il favore sia del Comune, proprietario del bacino stesso, che del gestore che hanno quindi stabilito di redigere un protocollo a tre in cui siano fissati puntualmente i termini dell’accordo e siano affrontate le ineludibili questioni di sicurezza. Oltre a ciò Publiacqua e Legambiente hanno anche concordato di verificare la fattibilità di una collaborazione sulla didattica ambientale, relativamente all’acqua intesa come bene comune, rivolta al Liceo Artistico Petrocchi di Quarrata e ad altre strutture scolastiche del territorio.
Infine, ultimo punto affrontato nell’incontro, quello relativo agli interventi sul territorio con Publiacqua che ha presentato i lavori previsti sulla rete acquedottistica di via delle Poggiole e di via Larga e, sul fronte della depurazione, l’intervento di  dismissione del Depuratore di Catena di Quarrata per i quali il gestore sta ultimando la predisposizione della documentazione per andare a gara. Un lavoro importante per la popolosa località del Comune di Quarrata i cui reflui saranno collettati al Depuratore di Seano, da poco potenziato.
Legambiente Quarrata al termine dell’incontro si è impegnata a monitora, assieme a Amministrazione Comunale e Publiacqua, gli stati d’avanzamento del lavori dei quattro punti sopraelencati e a promuovere riunioni sul territorio con i cittadini . Relativamente alla fognatura e alla depurazione  Legambiente Quarrata promuoverà incontri ed iniziative sul territorio quarratino, in collaborazione con le istituzioni e agendo  con osservazioni a livello tecnico, come già fatto per acquedotto e acqua potabile, in modo  arrivare da accompagnare e facilitare il percorso che porterà al rinnovo ed al completamento delle infrastrutture di fognatura e depurazione del territorio comunale.