Come attivare la Bolletta Digitale

 

 Passare alla bolletta digitale è una scelta semplice, per aderire basta un semplice click dallo sportello MyPubliacqua

 

 

 Con la bolletta digitale direttamente dalla email, puoi consultare cosa paghi in bolletta, verificare i costi, sciegliere le modalità di pagamento, controllare lo storico dei consumi, comunicare l'autolettura, verificare cosa paghi in bolletta, accedere direttamente a MY Publiacqua per gestire in autonomia la tua utenza e conoscere le ultime novità.

E' possibile attivare la bolletta digitale anche tramite lo Sportello Digitale, al Numero Verde 800 238 238 e presso gli Uffici al Pubblico 

Attiva la Bolletta Digitale e partecipa al concorso  per vincere fantastici premi:  1 nuova 500 Berlin Action Elettrica, 3 Atala E-Folding Bike con casco e 6 Byte Atala Monopattino Elettrico Moopy con casco

Facciamolo online

Per tutelare la salute dei cittadini e dei suoi dipendenti ed al fine di contenere la diffusione del virus Covid-19, nel rispetto di quanto disposto dalle autorità competenti, Publiacqua ha messo in campo tutti i suoi canali di contatto online. Canali strategici nel periodo di lockdown ma assolutamente utili anche per affrontare al meglio la cosiddetta “fase 2”.

Ripartiamo insieme ma facciamolo online! Ecco come fare per tutte per gestire la tua utenza da casa.

Mypubliacqua e APP Mypubliacqua un vero e proprio sportello personalizzato da cui gestire rapidamente e direttamente da casa il proprio contratto. Accessibile, il primo, da PC, tablet e smartphone e disponibile, il secondo, per sistemi operativi iOS e Android 

Tra le operazioni che si possono fare direttamente da MyPubliacqua, sportello e APP, ci sono due scelte che da subito sono utili: 

 

BOLLETTA ON LINE – passare alla bolletta digitale è una scelta semplice, per aderire basta un semplice click dallo sportello MyPubliacqua. La bolletta online è utile a te, per  risparmiare tempo, ed all’ambiente, in quanto riduce l’inquinamento dovuto alla produzione e al trasporto delle bollette cartacee. Inoltre passando al digitale metti la parola fine a  dimenticanze e smarrimenti perché su MyPubliacqua puoi consultare in qualsiasi momento le tue bollette ed il tuo estratto conto. 

 

DOMICILIAZIONE BANCARIA E ACCREDITO PERMANENTE SU CARTA DI CREDITO -  domiciliando la bolletta, presso il tuo conto corrente postale o bancario, Publiacqua ti restituirà la somma che hai versato per il deposito cauzionale, comprensiva degli interessi maturati. Un sistema comodo e sicuro di pagamento cui puoi accedere on line tramite lo sportello MYPubliacqua oppure, se servizio previsto dalla tua banca, tramite lo sportello interbancario on line, digitando i codici che si trovano in bolletta

 

SPORTELLO ONLINE: LA TUA UTENZA IN UN CLICK

Gli sportelli on line di Publiacqua sono pensati per poter realizzare tutte le attività principali da remoto, senza bisogno di uscire di casa.

Ecco alcune delle principali pratiche che puoi svolgere online ed in pochi click:

-       Nuova Attivazione

-       Voltura / Voltura gratuita

-       Subentro

-       Visualizzazione e ristampa Fattura

-       Rateizzazione Fattura

-       Variazione recapito Fattura

-       Attivazione Bolletta Web

-       Invio Autolettura

-       Modifiche contrattuali

-       Creazione relazione Referente/Amministra- tore di condominio

-       Aggiornamento Anagrafico e elenco CA

-       Domiciliazione bancaria/postale

-       Pagamento Fattura tramite Carta di Debito/Credito o Bonifico o Postepay

-       Pagamento Preventivi (fatture SD)

-       Invio Dimostrato Avvenuto Pagamento

-       Visualizzazione Storico Consumi e Letture

-       Monitoraggio Richieste

-       Richiesta Preventivo per Allacciamento / Scissione

-       Reclami e richieste di rettifica Fatturazione

-       Cessazione

-       Attivazione assicurazione perdite

 

CANALI ULTERIORI DI CONTATTO

Chatbot Telegram – @ChiediAPubliacquaBot è la chatbot automatica attraverso la quale è possibile avere immediatamente info sul proprio estratto conto, visualizzare l’ultima fattura, inserire l’autolettura. Per accedere al chatbot è sufficiente accedere dal proprio account a Telegram, cercare @ChiediAPubliacquaBot e quindi inserire pochi dati per risalire all’anagrafica della tua utenza.

 

Sono inoltre sempre disponibili i seguenti numeri telefonici:

Numero Verde Informazioni e Pratiche 800 238 238 - (gratuito da rete fissa e raggiungibile da cellulare attraverso il numero 055.051.80.80 con costi variabili per operatore telefonico) attivo dal lunedì al venerdì dalle ore 9.00 alle ore 18.00 ed il sabato dalle ore 9.00 alle ore 13.00

Numero Verde Guasti 800 314 314 – attivo H24

Controllo dell'acqua

Controllo dell'acqua

Il Laboratorio di Publiacqua S.p.A. esegue i controlli di legge inerenti l’attività aziendale sulla qualità delle acque distribuite in rete e delle acque di scarico. Da giugno 2016 il Laboratorio di Publiacqua S.p.A. è accreditato con il numero 1592 ai sensi della norma UNI CEI EN ISO/IEC 17025:2005 per alcune prove chimiche e microbiologiche escludendo il campionamento.
L’accreditamento è un’attestazione che ACCREDIA, in qualità di Ente di parte terza indipendente, ha rilasciato al Laboratorio, dopo avere verificato la capacità di operare secondo specifici parametri di competenza tecnica, indipendenza operativa e deontologia professionale che garantiscono l’affidabilità delle prestazioni.
ACCREDIA svolge inoltre verifiche periodiche per controllare il mantenimento nel tempo degli standard di competenza, indipendenza, imparzialità e affidabilità tecnica del Laboratorio.

Per visionare il certificato di accreditamento e l’elenco aggiornato vedi i documenti allegati.

Il Laboratorio di Publiacqua S.p.A. svolge anche attività di assistenza tecnica e analisi in convenzione della durata di almeno un anno per enti pubblici, aziende del servizio idrico ecc. Questo tipo di prestazioni sono soggette al pagamento di un corrispettivo calcolato sulla base del tipo d’intervento richiesto con riferimento al “Regolamento per le attività di assistenza tecnica e tariffario”.

 

 

 

Leggere la fattura

La tua fattura contiene molte informazioni utili, non solo il costo del servizio.

 

La prima pagina è suddivisa in due colonne,:

  • a sinistra trovi informazioni su servizi e novità, il codice utenza da utilizzare per comunicare con noi, il riepilogo delle letture e dei consumi ed anche l’indicazione di quando verrà effettuata la prossima lettura.
  • a destra trovi le informazioni inerenti  la data di emissione, il numero e il tipo di fatturazione, il riepilogo dei corrispettivi, il totale da pagare ed eventuali fatture non pagate.Nel caso in cui il consumo rilevato sia superiore al consumo storico sempre nella stessa sezione veràà inserita una comunicazione per la verifica del tuo impianto interno.Nella seconda pagina trovi il prospetto delle letture e il dettaglio dei consumi fatturati suddivisi per i servizi usufruiti con evidenza del periodo e dei metri cubi rilevati. Nella colonna importo è riportato il costo: eventuali cifre negative rappresentano quanto hai già pagato e che viene scalato dal conto totale (ad esempio, in caso di conguaglio semestrale, troverai quanto ti è stato addebitato nelle bollette emesse con lettura presunta).

Le altre pagine forniscono informazioni diverse che ti possono guidare per capire come pagare le bollette, ottenere delle agevolazioni tariffarie, il ricalcolo a perdita. Per consentirti di tenere sotto controllo il tuo consumo abbiamo inserito una sezione in cui, con una semplice tabella, è rappresentata l'evoluzione dei tuoi consumi medi giornalieri.

 

Se cambi casa

La stipula di un nuovo contratto è sempre necessaria. 

Nuova Abitazione

Nel caso di una nuova abitazione devi innanzitutto verificare se è presente l'allaccio (la diramazione che dalla condotta principale porta l’acqua alla tua abitazione). Se fosse necessario realizzarlo devi richiedere il preventivo (tramite MyPubliacqua, il numero Verde 800 238 238 o recandoti presso i nostri Uffici al Pubblico). Una volta realizzato l’allaccio, per attivare la fornitura è comunque necessario richiedere il nuovo contratto:
•    Tramite MyPubliacqua;
•    Telefonando al numero Verde ( 800 238 238);
•    Scaricando il modulo ed inviandolo a  [email protected];
•    Recandosi presso i nostri Uffici al Pubblico.

Riapertura del Contatore

Nel caso in cui la fornitura sia stata cessata dal precedente utente, e l'abitazione quindi sia priva del servizio, per riattivare il contatore occorre semplicemente richiedere un nuovo contratto:
•    Tramite MyPubliacqua;
•    Telefonando al numero Verde (800 238 238);
•    Recandosi presso i nostri Uffici al Pubblico.

Voltura

Se l’utenza idrica è ancora attiva, la procedura, detta voltura, può essere richiesta:
•    Tramite MyPubliacqua;
•    Telefonando al numero Verde ( 800 238 238);
•    Recandosi presso i nostri Uffici al Pubblico.

Informazioni utili
Se, cambiando abitazione, devi far chiudere il contatore, ricordati di richiedere la disdetta del contratto scaricando il modulo disdetta e inviandolo a [email protected], oppure recandoti presso i nostri Uffici al Pubblico.

 

 

Pagare la bolletta

Le  fatture  di  Publiacqua  S.p.A possono essere pagate con  le seguenti modalità:


Tramite  MyPubliacqua
E' possibile pagare le bollette direttamente dal portale utilizzando i sistemi CartaSi per il pagamento con Carta di Credito e MyBank per il pagamento tramite il proprio home banking.

• Domiciliazione Bancaria o Postale
Per  attivare  questo  sistema  di  pagamento, è possibile accedere a MyPubliacqua  nella sezione “Fatture e pagamenti”, oppure in alternativa  presentare alla propria banca oppure all’uffici postale una fattura Publiacqua che contiene il Codice di Domiciliazione. Utilizzando questa modalità di pagamento  le sarà restituito anche il deposito cauzionale, a suo tempo versato, con i relativi interessi maturati.

• Bollettino postale premarcato
Utilizzando il bollettino da presentare presso tutti gli uffici dell’amministrazione postale (il costo   del   servizio   è   quello   previsto   dell’amministrazione postale).

• COOP, Puntolis, Mooney
COOP
Presso i punti di vendita COOP. Verifica prima se il punto vendita è abilitato al servizio ed il costo del servizio.
PUNTOLIS
Vai in una tabaccheria PUNTOLIS, edicola o bar convenzionati con LIS Pay S.p.A., per pagare in modo comodo e veloce semplicemente mostrando il codice a barre riportato sotto. Il pagamento può essere effettuato con carte di credito e prepagate VISA e Mastercard, con carte PagoBancomat o contanti. Cerca il PUNTOLIS più vicino a te su www.lispay.it
MOONEY
Presso gli oltre 45.000 punti abilitati su tutto il territorio nazionale. Cerca il punto MOONEY più vicino a te su www.mooney.it

• Bonifico Bancario o Postale

Effettuando un bonifico bancario, con le seguenti coordinate: Intestatario - Publiacquaspa
  BANCA INTESA
  IT14Y0306903390615223680287
  B.N.L
  IT75D0100502804000000005300
Effettuando un bonifico postale, con le seguenti coordinate: Intestatario - Publiacquaspa
IBAN- IT68I0760102800000019798545
Poste Italiane Spa
Causale (obbligatoria) -Numero Utente e Numero Fattura.
Avviso  Importante in caso di pagamento tramite Bollettino Postale non premarcato e/o Bonifico Bancario, per evitare il rischio della mancata registrazione del suo pagamento ricordiamo che è obbligatorio riportare nella causale il codice cliente ed il numero fattura.

• POS

E' possibile pagare le bollette tramite pos  presso gli uffici al pubblico senza spese di commissioni da parte di Publiacqua.

Tutelare i tuoi diritti

Se ritieni che Publiacqua non abbia rispettato gli obbiettivi di qualità previsti nella Carta del Servizio hai a disposizione alcuni strumenti di tutela.
Innanzitutto è possibile presentare un reclamo scritto attraverso lo sportello MyPubliacqua.
L’Azienda deve risponderti entro 20 giorni, in caso contrario hai diritto ad un indennizzo automatico.

Se ritieni che la risposta di Publiacqua al reclamo non sia soddisfacente, puoi rivolgerti a:

1)  l’Organismo Conciliativo del Servizio Idrico Toscano è stato istituito con delibera dell’Assemblea di AIT n. 19 del 21 dicembre 2020 ed iscritto all’Elenco ADR dell’ARERA per il settore idrico. Dal 01/06/2021 l’utente che vorrà rivolgersi al servizio di conciliazione regionale dovrà presentare domanda accedendo al sito internet dell’Autorità al seguente link 
L’Autorità Idrica Toscana ha approvato, con la medesima deliberazione sopra citata, un “Regolamento sulla conciliazione del servizio idrico”, nel quale sono state descritte la disciplina regolatoria e le modalità operative con cui gli utenti possono richiedere tale servizio;
2) Servizio di Conciliazione online presso ARERA, accedendo direttamente al sito internet dell’Ente (clicca qui).

In tutti i casi il ricorso alla Conciliazione è assolutamente gratuito per il cittadino/utente.

Servizio di Conciliazione
Dal 1 luglio 2018 l’Autorità ha attivato il servizio di conciliazione online, al quale l’utente finale può rivolgersi per tematiche inerenti il servizio idrico integrato (escluse le richieste di bonus sociale idrico, che saranno trattate in seconda istanza dallo Sportello per il Consumatore Energia e Ambiente i cui recapiti sono disponibili al seguente link). Il servizio di conciliazione presso ARERA prevede la presenza dell’utente o di un suo rappresentante, del conciliatore nominato dal servizio di conciliazione stesso e dal delegato del Gestore. Il Servizio di Conciliazione redigerà un verbale di accordo o mancato accordo tra le parti. Per maggiori dettagli si rimanda al sito dell’ente (clicca qui).
 

 

Perdite occulte/consumi anomali

Nel caso ti sia pervenuta una bolletta contenente un consumo elevato rispetto a quello normale devi verificare:

1)    se la lettura riportata in bolletta è coerente con i consumi rilevabili al tuo contatore al momento dell’arrivo della fattura;
2)    se ci sia una perdita nel tuo impianto interno (quello a monte del contatore).

Richiesta rettifica fatturazione
Se i metri cubi riportati in bolletta non sono coerenti con quelli da te rilevati al contatore puoi richiedere una rettifica di fattura entro la data di scadenza, attraverso MyPubliacqua.  La richiesta di rettifica di fattura può essere richiesta anche telefonando al numero verde 800.238.238 o recandosi presso i nostri uffici al pubblico. 

 

Perdita all’impianto di casa

La perdita occulta è una perdita idrica, che si genera a valle del punto di consegna sugli impianti di responsabilità dell’utente finale. Si tratta di perdita non affiorante e non rintracciabile con le operazioni di normale diligenza richiesta all’utente per il controllo dei beni di proprietà. Essa si verifica in conseguenza di una rottura avvenuta in tratti di tubazione incassate o interrate o a causa di guasti ad impianti, inaccessibili o non ispezionabili, escludendo ad esempio malfunzionamenti a galleggianti, valvole, rubinetti e ad altri apparati visibili direttamente o comunque ispezionabili. Inoltre non possono essere considerate occulte le perdite non visibili ma verificatesi in ambienti ispezionabili (es. locali caldaia, autoclavi anche interrate, pozzetti galleggianti, serbatoi ecc.).
Nel caso in cui ti venga segnalato in bolletta un consumo anomalo o riscontri in autonomia una perdita occulta, devi provvedere immediatamente alla riparazione, scattando fotografie che comprovino l’esistenza del danno e, richiedendo, nel caso di riparazione a mezzo idraulico, che nella fattura rilasciata sia indicata una breve descrizione dell’intervento eseguito.
La richiesta di agevolazione la puoi effettuare utilizzando il modulo (modulo Richiesta agevolazione perdita) a cui dovrà essere allegata:
• Copia del documento di identità del dichiarante
• Copia della fattura dell’idraulico che ha effettuato la riparazione della perdita oppure, nel caso che la riparazione sia stata effettuata in economia, dichiarazione del lavoro eseguito: in entrambi i casi è necessaria la descrizione dettagliata degli interventi effettuati
• Foto del danno scattate prima e dopo l’intervento di riparazione
• Eventuale foto del contatore scattata dopo la riparazione dove sia ben visibile la lettura e la matricola
La richiesta di depenalizzazione tariffaria per perdita occulta dovrà essere presentata dall’utente entro il termine di 25 giorni solari dalla scadenza della fattura che riporta il consumo anomalo. In caso di indisponibilità iniziale della documentazione da allegare, quest’ultima potrà essere trasmessa in un momento successivo, purché non oltre 60 giorni solari dalla scadenza della fattura.
La riduzione tariffaria può essere concessa soltanto trascorso almeno un anno dal precedente accoglimento. Dopo l’accoglimento di tre istanze consecutive, l’utente dovrà dare evidenza di avere provveduto al rifacimento dell’impianto interno.
L’invio della richiesta sospende, fino alla comunicazione di accoglimento o di diniego della richiesta, le azioni di sollecito e gli eventuali interventi dovuti alla presenza di morosità.
In caso di diniego, all’utente è concesso un termine di 20 giorni solari per il pagamento della fattura, scaduto il quale riprendono le procedure per la gestione della morosità. 
In presenza di un consumo superiore a 50 mc, l’extra-consumo che permette di attivare la tutela deve essere almeno pari al 50% del consumo medio giornaliero di riferimento, ossia il consumo medio giornaliero degli ultimi due anni antecedenti la perdita relativo al medesimo periodo indicato nella fattura in cui è stato rilevato il consumo anomalo. Nel caso di nuove attivazioni, il consumo medio giornaliero è determinato sulla base della media della tipologia di utenza.
La riduzione tariffaria viene applicata sui consumi eccedenti il consumo medio giornaliero di riferimento, riferito al periodo intercorrente fra la data della presunta perdita e la data della riparazione. Al consumo eccedente sarà applicata (con esclusione dei corrispettivi per fognatura e depurazione, se la dispersione non è defluita in fognatura) una tariffa pari alla metà di quella della prima fascia (o della seconda fascia per gli utenti domestici residenti) della categoria di appartenenza fino al raggiungimento di un consumo pari a dieci volte il consumo storico dell’utente per tutto il periodo di ricostruzione. 
Per i consumi superiori a dieci volte il consumo storico sarà applicata una tariffa pari ad un decimo di quella della prima fascia (o della seconda fascia per gli utenti domestici residenti) della categoria di appartenenza. 
Per le utenze condominiali e per le utenze con unica fascia si applica la tariffa scontata del 50%. 
Per ulteriori informazioni e dettagli sulla depenalizzazione tariffaria delle perdite occulte consulta il Regolamento di fornitura, art. 17 

Assicurazione contro le perdite occulte

Ricordati che contro le perdite occulte puoi stipulare un’assicurazione (modulo Adesione assicurazione). 

A partire dal 1° gennaio 2021 Publiacqua ha affidato il servizio assicurativo di copertura del rischio per le perdite occulte alla compagnia GENERALI ITALIA S.P.A. La durata del contratto sarà dal 01/01/2021 al 31/12/2024. Consulta il testo integrale della Polizza Perdite Occulte.
Per le utenze che hanno aderito alla polizza assicurativa per perdite occulte, a decorrere dal 01/01/2021, o con decorrenza dalla data di adesione se successiva, i nuovi premi sono i seguenti:
Utenza domestica € 6,00 annui per ogni unità abitativa
Utenza non domestica € 14,40 annui per ogni unità abitativa
Dal 01/01/2022 le spese amministrative e di gestione sono pari € 2,00 per ogni unità abitativa; come in precedenza, l'importo verrà addebitato direttamente in fattura in due rate semestrali.   
Resta salvo il diritto dell’utente di recesso in ogni momento con efficacia immediata. Per chi eserciterà il diritto al recesso successivamente all’addebito della prima rata del premio assicurativo, il recesso avrà decorrenza dal semestre successivo.
Per maggiori info su adesione, condizioni e diritto di recesso consulta l'INFORMATIVA ASSICURAZIONE PERDITE OCCULTE.
In questa sezione è inoltre possibile consultare la seguente documentazione:
- informativa di cui agli arrt. 13 e 14 del Regolamento (UE) 2016/679 resa dalla compagnia assicurativa Generali Italia S.p.A. per le finalità di gestione delle pratiche assicurative
- Documento informativo precontrattuale dei contratti di assicurazione danni (DIP)
- Documento informativo precontrattuale aggiuntivo per i prodotti assicurativi danni (DIPA)

 

Richiesta di prova taratura del contatore
Se il tuo consumo elevato non è dato da una perdita o da consumi anomali puoi richiedere la prova taratura del contatoreper verificare il suo regolare funzionamento (modulo Richiesta verifica contatore).

Informazioni utili
Controllare regolarmente il contatore ti permette di verificare tempestivamente  eventuali perdite. Chiudi tutti i rubinetti di casa: se il tuo contatore continua a girare vuol dire che è in atto una dispersione. Chiama il tuo idraulico per far controllare l’impianto.

Qualità del servizio
Publiacqua garantisce i seguenti tempi di qualità:

  • Tempi di rettifica fattura: 20 giorni lavorativi se la richiesta è dovuta ad errore di lettura
  • Tempi di esecuzione della verifica del contatore sul posto: 7 giorni lavorativi

Tempi di verifica del contatore presso l'azienda: 30 giorni di calendario dalla rimozione.

Risparmiare acqua: buone pratiche quotidiane

Poche, semplici e quotidiane. Sono le undici regole che ognuno di noi può rispettare nella vita quotidiana per risparmiare acqua. Piccoli gesti e attenzioni che possono fare la differenza.

Riempire la piscina

 

In base a quanto disposto dall’Autorità Idrica Toscana con Decreto del Direttore Generale n. 32 del 23/3/2021 in materia di utilizzo dell’acqua proveniente da pubblico acquedotto per il riempimento delle piscine di proprietà pubblica e privata destinate ad un’utenza pubblica (piscine pubbliche o ad uso collettivo inserite in strutture adibite ad attività turistico alberghiere o agrituristiche o ricettive) dovrà essere trasmesso a PUBLIACQUA S.p.A. il modulo di richiesta  di utilizzo all’indirizzo PEC indicato sul modulo medesimo. Il modulo è disponibile in formato editabile. PUBLIACQUA S.p.A. dovrà inviare risposta al richiedente. Il gestore potrà o meno concedere l’utilizzo del pubblico acquedotto, comunicando le prescrizioni riguardanti modalità e tempi di riempimento e tenendo conto delle eventuali ordinanze Comunali di divieto o di dichiarazione di emergenza idrica da parte della Regione. In questo caso la possibilità di utilizzare il pubblico acquedotto è vietata fino al termine di validità dei sopraggiunti provvedimenti.
In rifermento a quanto disposto dalla Normativa regionale in materia di requisiti igenico-sanitari delle piscine ad uso natatorio citiamo gli articoli ritenuti rilevanti per quanto richiesto nel modulo:

·       Art. 8 del D.P.R.G. 29/R/2008: - “Limitazioni all’utilizzo della risorsa idria proveniente da pubblico acquedotto a fini privati” - comma 2 – “è vietato l’uso dell’acqua potabile proveniente da pubblico acquedotto per il riempimento delle piscine private fatte salve quelle, di proprietà pubblica o privata destinate ad un’utenza pubblica quali piscine pubbliche o ad uso collettivo inserite in strutture adibite ad attività turistico alberghiere o agrituristiche o ricettive. E’ fatto comunque obbligo di concordare modalità e tempi di riempimento con il soggetto gestore del servizio idrico integrato”;

·       art. 49 del D.P.R.G 23/R/10: - “Compiti del responsabile della piscina (Art.11 l.r. 8/2006)” – comma 3 paragrafo c che al punto 2 recita: “la lettura giornaliera del contatore installato nell’apposita tubazione di mandata dell’acqua di immissione, utile al calcolo della quantità di acqua di reintegro” - PUBLIACQUA S.p.A. tiene a precisare che il contatore di cui sopra è un contatore privato non contrattualizzato.

L'Autorita Idrica Toscana ha prodotto un opuscolo informativo in materia degli illeciti previsti dal Regolamento regionale di cui al DPGR n. 29/R del 26/5/2008, recante "Discipline per l'uso di acqua potabile erogata da pubblici acquedotti". 

Informazioni ulteriori sono disponibili sul sito internet dell'Autorità Idrica Toscana

Disponibile e scaricabile l'opuscolo Usala Bene! prodotto da AIT